Consigli di lettura di Naval

La verità è che non leggo per migliorarmi, ma per curiosità e interesse. 

Il libro migliore è quello che divoriamo.

LIBRI

(Dal momento che questa sezione contiene diversi link, forse preferite consultare una copia digitale. Visitate il sito navalmanacco.it dove troverete una comoda versione digitale del capitolo.)

[Per l’edizione italiana de L’almanacco di Naval Ravikant abbiamo cercato di fornire, laddove disponibili, le edizioni italiane delle risorse elencate in questa sezione.]

Leggete un buon numero di libri e diventerete intenditori. Poi graviterete naturalmente nell’orbita delle teorie, dei concetti e della saggistica.

Saggistica

David Deutsch, L’inizio dell’infinito, Einaudi, Torino 2013.

Di certo non è la lettura più facile che abbia affrontato, ma mi ha reso più acuto. [79]

Yuval Noah Harari, Sapiens. Da animali a dèi. Breve storia dell’umanità, Bompiani, Milano 2017.

Un racconto storico della specie umana. Le osservazioni, i contesti e i modelli mentali proposti vi faranno guardare alla storia e ai vostri simili in maniera diversa. [1]

Sapiens è il miglior libro che ho letto tra quelli scritti negli ultimi dieci anni. L’autore ha impiegato alcuni decenni per la stesura del testo. È ricco di spunti interessanti, ogni pagina è stracolma di idee. [1]

Matt Ridley, Un ottimista razionale. Come evolve la prosperità, Codice, Torino 2013.

Il libro più brillante e illuminante che abbia letto negli ultimi anni. L’autore ha scritto quattro tra i miei venti libri preferiti. [11]

Consiglio ogni altro testo scritto da Matt Ridley. L’autore è uno scienziato, un ottimista e un pensatore lungimirante. È uno dei miei autori preferiti, ho letto e riletto tutti i suoi libri. [4]

Genoma. L’autobiografia di una specie in ventitré capitoli, Fabbri, Milano 2009.

La Regina Rossa: Sesso ed evoluzione, Codice, Torino 2017.

Le origini della virtù. Gli istinti umani e l’evoluzione della cooperazione, IBL Libri, Milano 2012.

The Evolution of Everything: How New Ideas Emerge, Harper Perennial, New York 2016.

Nassim Taleb, Rischiare grosso: l’importanza di metterci la faccia nella vita di tutti i giorni, il Saggiatore, Milano 2018.

Il miglior libro che ho letto nel 2018, lo consiglio vivamente. Offre tantissimi ottimi spunti, modelli mentali e prospettive. L’autore si autocompiace un po’, però è brillante, quindi va bene così. Non fate caso all’atteggiamento e leggete i libri, apprendete i concetti. È uno dei migliori libri sull’imprenditorialità che abbia mai letto. [10] 

Nassim Taleb, Il letto di Procuste, il Saggiatore, Milano 2011.

È una raccolta di antichi precetti di saggezza. L’autore è noto anche per Il cigno nero: come l’improbabile governa la nostra vita, il Saggiatore, Milano 2014; Antifragile. Prosperare nel disordine, il Saggiatore, Milano 2013; Giocati dal caso. Il ruolo della fortuna nella finanza e nella vita, il Saggiatore, Milano 2014. Sono tutti libri interessanti, che meritano una lettura. [7]

Richard Feynman, Sei pezzi facili, Adelphi, Milano 2000.

Passerò ai miei figli una copia dei libri di Richard Feynman, Sei pezzi facili e Six Not-So-Easy Pieces: Einstein’s Relativity, Symmetry, and Space-Time (Basic Books, New York 2011). L’autore è un noto fisico di cui apprezzo tantissimo sia il modo di presentare i concetti sia le conoscenze in materia di fisica.

Dello stesso autore ho letto anche Deviazioni perfettamente ragionevoli dalle vie battute. Le lettere di Richard Feynman,Adelphi, Milano 2006. Inoltre, ho riletto la biografia scritta da James Gleick: Genio. La vita e la scienza di Richard Feynman, Garzanti, Milano 1998. [8]

Randall Munroe, Thing Explainer: Complicated Stuff in Simple Words, Hodder & Stoughton, London 2015.

Un bel libro di Randall Munroe (autore anche del webcomic di orientamento scientifico xkcd). Nel libro l’autore espone concetti molto complicati, dal cambiamento climatico ai sistemi fisici, al funzionamento dei sottomarini, utilizzando unicamente le mille parole più comuni nella lingua inglese. [4]

Lewis Carroll Epstein, Thinking Physics: Understandable Practical Reality, Insight Press, San Francisco 2002.

Ecco un altro bel libro, che sfoglio di frequente. Mi piace che sulla quarta di copertina sia scritto “L’unico libro utilizzato sia alla scuola primaria sia all’università.” È vero. Sono semplici quesiti di fisica che possono essere spiegati a un bambino e anche a uno studente universitario iscritto alla facoltà di fisica. L’autore espone concetti fondamentali della fisica. I quesiti presentano difficoltà diverse, ma chiunque è in grado di rispondere ricorrendo al semplice ragionamento logico. [4]

Will e Ariel Durant, The Lessons of History, Simon & Schuster, New York 2010.

È un bel libro, che apprezzo perché riassume alcuni tra i principali argomenti storici; è molto incisivo. E a differenza di molti libri di storia è sintetico ma molto completo. [7]

James Dale Davidson, Lord William Rees-Mogg, The Sovereign Individual: Mastering the Transition to the Information Age, Touchstone, New York 1999.

È il libro più interessante che ho letto dopo Sapiens (però molto meno divulgativo).

Charlie Munger (a cura di Peter Kaufman), Poor Charlie’s Almanack: The Wit and Wisdom of Charles T. Munger, Walsworth Publishing Company, Marceline 2005. 

Travestito da un libro sull’imprenditorialità, presenta i consigli di Charlie Munger (della holding Berkshire Hathaway), per superare se stessi e vivere una vita di successo e virtuosa. [7] [80]

Carlo Rovelli, La realtà non è come ci appare, Raffaello Cortina Editore, Milano 2014.

È il libro più interessante che ho letto nell’ultimo anno. Fisica, poesia, filosofia e storia, presentate in una forma molto accessibile.

Carlo Rovelli, Sette brevi lezioni di fisica, Adelphi, Milano 2014.

Ho letto questo libro almeno due volte. 

Per saperne di più sulla teoria dei giochi, oltre a giocare a giochi di strategia, potreste leggere John D. Williams, The Compleat Strategyst: Being a Primer on the Theory of Games of Strategy, Dover Publications, New York 2012 e Robert Axelrod, The Evolution of Cooperation, Basic Books, New York 2006.

Filosofia e spiritualità

Tutto di Jed McKenna.

Jed spara la cruda verità. Lo stile potrebbe apparire sgradevole, ma la sua dedizione alla verità è impareggiabile. [79]

Theory of Everything: The Enlightened Perspective – Dreamstate Trilogy, Wisefool Press.

Jed McKenna’s Notebook.

Jed Talks #1 e #2.

Tutto del dottor Kapil Gupta.

Di recente Kapil è diventato un mio consigliere personale e coach, e a dirvelo è una persona che non crede nei coach. [79]

A Master’s Secret Whispers: For those who abhor noise and seek The Truth… about life and living, CreateSpace Independent Publishing Platform, 2017.

Direct Truth: Uncompromising, non-prescriptive Truths to the enduring questions of life, CreateSpace Independent Publishing Platform, 2018.

Atmamun: The Path to achieving the bliss of the Himalayan Swamis. And the freedom of a living God, CreateSpace Independent Publishing Platform, 2016.

Jiddu Krishnamurti, Il libro della vita. Meditazioni quotidiane, Il Punto d’Incontro, Vicenza 2016.

Krishnamurti è un filosofo indiano vissuto a cavallo del secolo scorso. Per me è un punto di riferimento, perché è una persona molto diretta, che non scende a compromessi e che essenzialmente ci invita a osservare sempre quanto accade nella nostra mente. Sono stato ampiamente influenzato da questo autore. Forse il suo libro migliore è Il libro della vita, che raccoglie estratti da diversi suoi discorsi e scritti. [6]

Darò ai miei figli una copia del Libro della vita e dirò loro di conservarla per quando saranno più grandi, perché è una lettura che non ha molto senso da giovani.

Jiddu Krishnamurti, Libertà totale, Astrolabio Ubaldini, Roma 1998.

Consiglio la lettura di questo libro a chi ha già letto qualcosa sull’argomento. È la guida di un razionalista ai pericoli della mente umana. È il testo “spirituale” cui faccio continuamente ritorno. [1]

Herman Hesse, Siddharta, Adelphi, Milano 2012.

Amo questo libro che considero un classico della filosofia, una buona introduzione per chi è ai primi passi. Ho regalato ad amici e conoscenti più copie di questo libro che di qualunque altro testo. [1]

Sono più o meno sempre impegnato a rileggere qualcosa di Krishnamurti o di Osho. Sono i miei filosofi preferiti. [4]

[Aggiornamento: Alla lista aggiungo Jed McKenna, Kapil Gupta, lo Yoga Vashistha e Schopenhauer.]

Osho, Il libro dei segreti, Bompiani, Milano 1997.

La maggior parte delle pratiche meditative consiste in una qualche tecnica di concentrazione, e ne esistono moltissime. Se volete esplorarne qualcuna, potete prendere un testo chiamato Il libro dei segreti di Osho. So che questo autore di recente si è conquistato una brutta reputazione, ma ha detto alcune cose interessanti. Il libro è la traduzione di un antico scritto sanscrito che raccoglie 112 diverse meditazioni. Potete sperimentarle tutte e vedere quale funziona per voi. [74]

Osho, The Great Challenge: Exploring the World within, HarperCollins Publishers India, New Delhi 2007.

Anthony de Mello, The Way to Love: The Last Meditations of Anthony de Mello, Image, New York 2012.

Michael Singer, The Untethered Soul: The Journey Beyond Yourself, New Harbinger, Oakland 2007.

Marco Aurelio, L’arte di conoscere se stessi. Pensieri, Newton Compton, Roma 2017.

I pensieri di Marco Aurelio hanno avuto un’influenza fondamentale sulla mia vita. Il libro è il diario personale dell’imperatore romano, che a suo tempo era probabilmente la persona più potente al mondo. Marco Aurelio ha scritto un diario non aspettandosi di certo che sarebbe stato pubblicato. Sfogliando questo libro, capiamo che l’imperatore si è rivolto le stesse domande e ha affrontato le stesse lotte che sperimentiamo noi; cercava di essere una persona migliore. È così che vediamo che il successo e il potere non contribuiscono a renderci più felici; è comunque una strada che sta a noi scegliere di percorrere. [6]

Kamal Ravikant, Love Yourself Like Your Life Depends on It, CreateSpace Independent Publishing Platform, 2012.

Sto leggendo il libro scritto da mio fratello. Ho pensato che fosse scritto in maniera sintetica. (Ovviamente, faccio un po’ di pubblicità a mio fratello.)

Lui è il filosofo di famiglia, io sono semplicemente un dilettante. Nel libro c’è una frase che mi piace molto:

Una volta ho domandato a un monaco come riuscisse a trovare pace.

“Ho detto di sì” ha risposto. “A tutto ciò che accade, dico ‘sì’.” [7]

The Tao of Seneca: Practical Letters from a Stoic Master.

È l’audiobook che ascolto più spesso, è il più importante che abbia mai ascoltato.

Michael Pollan, Come cambiare la tua mente, Adelphi, Milano 2019.

Ritengo che questo libro scritto di recente sia brillante e che tutti dovrebbero leggerlo. 

Il libro parla di sostanze psichedeliche. Penso che gli psichedelici siano in realtà una sorta di trucco per chi decide di dedicarsi all’osservazione di sé. Non consiglio a nessuno di assumere sostanze stupefacenti, si possono raggiungere gli stessi risultati con la meditazione. Le sostanze psichedeliche servono solo ad accelerare il processo. [74]

Bruce Lee, Pensieri che colpiscono. Gli aforismi di Bruce Lee per la vita di tutti i giorni, Edizioni Mediterranee, Roma 2003.

Ad alcuni potrà apparire piuttosto sorprendente, ma Bruce Lee ha scritto alcuni pezzi filosofici notevoli. Pensieri che colpiscono è una buona sintesi della sua filosofia.

Kahlil Gibran, Il profeta, BUR, Milano 2019.

Questo libro si legge come una moderna pubblicazione religiosa e poetica. Rientra tra i grandi libri spirituali, insieme alla Bhagavad Gita, al Tao Te Ching, alla Bibbia e al Corano. Ha una prospettiva in parte religiosa, come se comunicasse sempre grandi verità spirituali, ma è facilmente approcciabile, bello, aconfessionale e non settario. L’ho amato.

L’autore riesce a ritrarre in maniera poetica il sentire dei bambini e degli innamorati, a dipingere come dovrebbe essere il matrimonio, a dirci come dovremmo trattare nemici e amici, come comportarci con il denaro e che cosa dovremmo pensare ogni volta che dobbiamo uccidere per mangiare. Come i grandi libri religiosi, ci offre una risposta molto profonda, filosofica e vera riguardo a come accostarci ai problemi principali della vita. Consiglio la lettura del Profeta a chiunque, a prescindere se siate religiosi oppure no e se siate cristiani, induisti, ebrei o atei. Ritengo sia un bel libro, che merita di essere letto. [7]

Fantascienza

Ho cominciato con i fumetti e la fantascienza. Poi mi sono appassionato alla storia e all’attualità, quindi sono passato alla psicologia, alla scienza divulgativa e alla tecnologia.

Jorge Luis Borges, Finzioni, Adelphi, Milano 2015.

Amo Jorge Luis Borges, autore argentino. Finzioni, la raccolta di racconti brevi, è meravigliosa. Borges è forse l’autore più efficace che abbia letto che non scrive apertamente di filosofia. In questo testo la filosofia s’intreccia al fantastico. [1]

Ted Chiang, Storie della tua vita, Pickwick, Milano 2018.

Al momento il racconto breve di fantascienza che preferisco è “Capisci” di Ted Chiang. È contenuto nella raccolta Storie della tua vita da cui è stato tratto anche il film Arrival. [1]

Ted Chiang, Respiro, Frassinelli, Milano 2019.

Le meraviglie della termodinamica sono esplorate dal miglior scrittore di racconti brevi di fantascienza della nostra epoca.

Ted Chiang, Il ciclo di vita degli oggetti software, Delos Books, 2011.

Un altro capolavoro della fantascienza scritto da Ted Chiang.

Neal Stephenson, Snow Crash, Rizzoli, Milano 2007.

Snow Crash è un fantastico, fantastico, libro. Non esiste un libro simile, corre da solo. L’autore ha scritto anche L’era del diamante, Shake edizioni, Milano 1997.

Isaac Asimov, “L’ultima domanda”, in Sogni di robot, il Saggiatore, Milano 2014.

Cito spesso questo racconto breve di Isaac Asimov, da ragazzino lo amavo.

Quali libri stai rileggendo adesso?

È una buona domanda. Apro l’app Kindle mentre parliamo. Di solito sono sempre impegnato nella rilettura di qualche libro di scienza.

Sto leggendo un libro sulla teoria del desiderio mimetico di René Girard. È una panoramica sul pensiero dell’autore, perché non sono riuscito a leggere direttamente i suoi testi. Sto rileggendo il libro di Tim Ferriss Il segreto dei giganti (Cairo Editore, Milano 2018), in cui l’autore racconta di come abbia tratto ispirazione dalle persone che hanno ottenuto successo in diversi ambiti della vita.

Sto leggendo Thermoinfocomplexity (Buckeye Press, 2015), che è scritto da un mio amico, Behzad Mohit. Ho appena finito di leggere Pre-suasione, o forse dovrei dire che ho appena finito di sfogliare Pre-suasione di Robert Cialdini (Giunti, Firenze-Milano 2017). Non ritengo di aver bisogno di leggere l’intero libro per afferrare il punto, ma ho apprezzato quanto letto. È un piccolo grande libro di storia. Attualmente sto leggendo Gli eroi del pensiero (Sugar, Milano 1961) di Will Durant. 

Ho un figlio adesso, per cui leggo tantissimi libri sulla formazione pedagogica, che utilizzo come materiale di riferimento, più che altro. Di recente ho letto qualcosa di Emerson e di Chesterfield. Sull’app Kindle ho un libro di Lev Tolstoj.

Alan Watts. Scott Adams, di cui recentemente ho riletto God’s Debris. Un mio amico sta rileggendo il Tao Te Ching, quindi l’ho ripreso anch’io. Ci sono tonnellate di libri che rileggo, potrei continuare ancora a lungo. Ah, ecco, ho anche un testo di Nietzsche. C’è L’economista mascherato di Tim Harford (BUR, Milano 2007). C’è Illusioni. Le avventure di un messia riluttante di Richard Bach (BUR, Milano 2018). Ci sono diversi libri di Jed McKenna.

Ce ne sono alcuni di Dale Carnegie. Il problema dei tre corpi di Cixin Liu (Mondadori, Milano 2017). L’uomo in cerca di senso di Viktor E. Frankl (Franco Angeli, Milano 2017). Ce ne sono tanti. In principio era il sesso di Christopher Ryan (Odoya, Bologna 2015). Ci sono un sacco di libri da leggere. 

In ogni caso, quando racconto agli altri che cosa leggo, non parlo di almeno due terzi dei libri che possiedo. E il motivo è perché sono libri imbarazzanti. Non sembrano buone letture, perché appaiono banali o un po’ stupide. A chi interessa? Non devo raccontare a nessuno tutto ciò che leggo. Ho letto libri di ogni genere, che altre persone considerano spazzatura o addirittura riprovevoli. Ho letto tantissimi libri di cui non condivido le idee perché sono incredibili. [4]

Compro tantissimi libri. Non la considero una spesa, ma piuttosto un investimento. [4]

Blog

(Dal momento che questa sezione contiene molti link, forse preferirete consultarne una copia digitale. Visitate il sito navalmanacco.it dove troverete una comoda versione digitale del capitolo.)

Ecco alcuni blog interessanti: 

@KevinSimler – Melting Asphalt, https://meltingasphalt.com/.

@farnamstreet – Farnam Street, Un segnale in un mondo pieno di rumore, https://fs.blog/.

@benthompson – Stratchery, https://stratechery.com/.

@baconmeteor – Idle Words, https://idlewords.com/. [4]

The Munger Operating System: How to Live a Life That Really Works” su @FarnamStreet

Regole di vita e prosperità.

The Day You Became a Better Writer” di Scott Adams

Anche se sono uno scrittore dotato e scrivo da quando ero molto giovane, continuo a rileggere questo blog e lo tengo sullo sfondo ogni volta che scrivo qualcosa di importante. È molto utile. Lo utilizzo come modello per scrivere bene. Pensate al titolo: “Il giorno in cui sei diventato uno scrittore migliore”. È efficace. In un unico post illustra l’importanza di essere concisi e diretti, evitando di utilizzare troppi aggettivi e avverbi e preferendo la forma attiva a quella passiva e altro. Quest’unico post cambierà il vostro stile per sempre, se metterete da parte l’ego e assorbirete quanto è scritto. [6]

Volete diventare più brillanti in dieci minuti? Leggete “Crony Beliefs” di Kevin Simler.

Il miglior post che ho letto a proposito delle scelte di carriera: “Career Decisions” (nel settore tecnologico, con particolare riferimento alla Silicon Valley) di @eladgil.

Il videocorso o la videolezione su Sapiens di Harari disponibile su YouTube.

Ogni business school dovrebbe avere un corso sulla Teoria dell’aggregazione. Oppure potete studiarla con il maestro stesso, @benthompson, il miglior analista del settore tecnologico.

Una buona lettura. “Quantum physics is not ‘weird’. You are weird”– “Think Like Reality” (Eliezer Yudkowsky).

Una lettura da non perdere. “Lazy Leadership” di @Awilkinson.

Saggezza senza esclusione di colpi da un self-made man. Chi desidera risultati importanti troverà interessante la lettura di ogni sezione del sito @EdLatimore: https://edlatimore.com/.

Se mangiate, investite e pensate basandovi sulle “news”, finirete in bancarotta nutrizionale, finanziaria e morale.

Altri suggerimenti

Alcuni account Twitter come:

@AmuseChimp (il mio account twitter preferito di sempre).

@mmay3r.

@nntaleb.

Art De Vany (su Facebook).

Il genio è qui, distribuito in maniera irregolare. [4]

Una lettura imperdibile (il thread su Twitter “intellectual compounding” di @zaoyang). [11]

Ci sono alcune graphic novel di qualità, che meritano una lettura. Se vi piace l’elemento cartoon, Transmetropolitan di Warren Ellis, The Boys di Garth Ennis, Planetary di Warren Ellis e Sandman di Neil Gaiman… alcuni di questi sono, ritengo, tra le migliori opere d’arte della nostra epoca. Da ragazzo sono cresciuto leggendo fumetti, quindi mi piacciono particolarmente. [1]

Rick and Morty (Serie TV + fumetto)

Rick and Morty è una delle mie serie TV preferite. Guardate il primo episodio, è tutto ciò di cui avete bisogno per amarla. È come se Ritorno al futuro incontrasse Guida galattica per autostoppisti

Il fumetto Rick and Morty di Zac Gorman è brillante proprio come la serie TV.

You and Your Research di Richard Hamming

Un bel saggio, consiglio vivamente di leggerlo. Apparentemente è scritto per chi si occupa di ricerca scientifica, ma penso che sia adatto a tutti. È un saggio di vecchio stampo su come lavorare in maniera più produttiva. Mi ricorda molto Richard Feynman, anche se penso che Hamming riesca a esprimere gli stessi concetti in maniera più eloquente di chiunque altro. [74] 

SEDE LEGALE: Via G. Carducci 67, 62100 – Macerata

SEDE OPERATIVA: Via T. Tasso 11, 20123 – Milano